Contributi per investimenti di efficienza energetica delle imprese al via dal 30 marzo 2018.

Contributi per investimenti di efficienza energetica delle imprese

Beneficiari:

Micro, Piccole, Medie Imprese (MPMI) e Grandi Imprese (GI), aventi localizzazione produttiva in Regione Marche esercenti le attività economiche di cui ai seguenti codici Ateco:

  • B – Estrazione di minerali da cave e miniere
  • C – Attività manifatturiere
  • D – Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
  • E – Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento
  • F – costruzioni
  • G – commercio all’ingrosso e al dettaglio
  • H – Trasporto e magazzinaggio
  • I – Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione

 

Interventi ammissibili

Il Bando sostiene la progettazione e realizzazione dei seguenti interventi, che devono essere compresi tra quelli suggeriti dalla diagnosi energetica (eseguita secondo le specifiche del D.Lgs. 102/2014) o previsti dal sistema di gestione dell’energia conforme alla norma ISO 50001:

  • Efficientamento energetico degli edifici: Interventi finalizzati all’aumento dell’efficienza energetica degli edifici nell’unità locale (rivestimenti; infissi, materiali per l’eco-edilizia, coibentazioni compatibili con i processi produttivi) che migliorino di almeno due classi energetiche la prestazione energetica di ogni singola unità immobiliare;
  • Efficientamento energetico dei processi: Razionalizzazione, efficientamento e/o sostituzione dei sistemi di riscaldamento, condizionamento, alimentazione elettrica ed illuminazione anche impiegati nei cicli di lavorazione funzionali alla riduzione dei consumi energetici (ad esempio motori a basso consumo, sistemi per il monitoraggio/gestione dei consumi energetici, building automation, recupero di calore da processi da forno, rifasamento elettrico, ecc..);
  • Integrazione delle fonti rinnovabili in autoconsumo: Interventi di installazione, per sola finalità di autoconsumo, di impianti a fonte rinnovabile per la produzione e la distribuzione dell’energia termica ed elettrica all’interno dell’unità produttiva.

 

Condizioni da rispettare

  • Tutti gli interventi devono comportare un miglioramento dell’efficienza energetica quantificabile, in termini di risparmio annuo di energia primaria, in un valore uguale o superiore a 1,00 kWh per euro investito (per i consumi elettrici) a 2.5 kWh per euro investito (per quanto riguarda i combustibili), rispetto alla capacità produttiva preesistente.
  • I progetti di efficienza energetica degli immobili riguardanti tutti gli interventi edili, compresi gli impianti ad esso associati, devono consentire un miglioramento di due classi energetiche dell’edificio.
  • L’intervento non può riguardare l’installazione di nuovi linee produttive, nuovi cicli di lavorazione e/o nuovi erogazioni di servizi.

 

Limiti di spesa

Tipologia Minimo Massimo
Interventi 20.000 € 250.000 €
Diagnosi energetiche   10.000 €
Sistemi di gestione ISO 50001   20.000 €

 

Agevolazioni:

L’incentivazione verrà concessa in regime «De minimis» (max 200.000 € per impresa negli ultimi tre anni) e potrà coprire fino all’80% dei costi ritenuti ammissibili dell’investimento e risulta così suddivisa:

Dimensione impresa Finanziamento a tasso agevolato rispetto alle spese ammissibili (%) Fondo perduto rispetto alle spese ammissibili (%) Contributo totale rispetto alle spese ammissibili (%)
Micro – Piccola 40 40 80
Media 30 30 60
Grande 20 20 40

Ad esaurimento di una delle due risorse stanziate (Fondo perduto o Fondo Energia Mobilità), il finanziamento potrà riguardare solo una forma di agevolazione fino all’40% dell’investimento ammissibile a seconda delle risorse disponibili. La capacità economico – finanziaria e patrimoniale sarà valutata da Artigiancassa S.p.A. ai fini della concessione del prestito a tasso agevolato.

Per i soli audit energetici o sistemi di gestione ISO 50001, il contributo verrà erogato esclusivamente in conto capitale nella misura del 50% delle spese ammissibili.

 

Dotazione finanziaria:

9.836.644,00 €, di cui  6.000.000,00 € è la quota minima riservata per le micro piccole medie imprese – MPMI. (3.000.000,00 € Fondo perduto e 3.000.000,00 € FEM)

 

Modalità di presentazione delle domande:

Procedura just in time dal 30 marzo 2018 (termine prorogato).

 

Per informazioni e consulenza

  • FIDEAS SRL
  • Borgo Cappuccini 3
  • 63073 OFFIDA (AP)
  • Tel. (0736) 880843
  • E-mail: fideas@topnet.it
  • Skipe: fideasinfo
  • Facebook: FideasSrlOffida
  • Website: www.fideas.it
  • SMARTEAM SC
  • Via Calatafimi 44
  • 63074 SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP)
  • Mobile 339 5852890
  • E-mail: info@smartesm.net
  • Facebook: Smarteam
  • Webiste: www.smarteam.net

Fideas Srl © 2017. Tutti i diritti riservati. Partita IVA 01151630447 • Privacy Policy