Area di crisi complessa Val Vibrata-Valle del Tronto Piceno (1): incentivi Invitalia per investimenti superiori a 1,5 mln€.

In attesa dell’operatività dell’Accordo di Programma Piceno-Val Vibrata e della conseguente apertura dei tre specifici bandi:

  • Invitalia per investimenti superiori ad Euro 1,5 milioni di Euro,
  • Regione Marche e Regione Abruzzo per quelli di importo inferiore ad 1,5 milioni di Euro.

iniziamo ad analizzarne i contenuti principali sulla base delle informazioni ad oggi disponibili, partendo dal Bando nazionale Invitalia.

Invitalia SpA, Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa di proprietà del Ministero dell’Economia, gestisce le agevolazioni per le aree di crisi previste dalla L. 181/89 “Promozione di iniziative imprenditoriali (programma investimenti oltre 1,5 mln€ + programma occupazionale) realizzate da società di capitali”.

Per le aree di crisi Val Vibrata-Valle del Tronto queste le risorse nazionali disponibili a valere sulla L. 181/89:

  • Regione Marche (Valle del Tronto-Piceno), 17 milioni di euro, di cui 7 mln€ a titolo programmatico;
  • Regione Abruzzo (Val Vibrata), 15 milioni di euro, di cui 2 mln€ eventualmente da destinare al cofinanziamento di Contratti di Sviluppo.

L’intervento agevolativo ai sensi della L.181/89 sarà finalizzato al finanziamento di
programmi di investimento di dimensioni superiori a 1,5 mln€ ed avrà come destinatario naturale:

  • le PMI e le Grandi Imprese (solo nelle aree 107.3.c., nel rispetto dei limiti sulla tipologia di investimento posti dal Reg. UE 651/14) per i programmi di investimento produttivo;
  • tutte le tipologie di imprese per i programmi di investimento finalizzati alla tutela ambientale ed i progetti di innovazione.

Cosa finanzia
Programmi di investimento (newco ed ampliamenti), di importo superiore a 1,5 mln€, finalizzati alla creazione di nuovi posti di lavoro

Destinatari

  • PMI e GI nelle aree 107.3.c.;
  • PMI e GI (limitatamente a programmi per la tutela ambientale e progetti di  innovazione dell’organizzazione) in tutte le altre aree (Reg. UE 651/2014)

Agevolazioni

  • Contributo a fondo perduto
  • Finanziamento agevolato

Misura delle agevolazioni

Area-di-Crisi-Piceno-Incentivi-L181.JPG

Area-di-Crisi-Piceno-Incentivi-L181-2

 

Modalità attuative

L’intervento sarà attivato, tramite avviso pubblico, coerentemente con i contenuti indicati dal DM 09/06/2015 e dalla circolare 06/08/2015 n. 59282. L’avviso indicherà:

  • criteri di determinazione della graduatoria relativa alle domande ammissibili da avviare all’iter istruttorio; i criteri sono riconducibili alle dimensioni occupazionali dei progetti e ai settori prioritari di riferimento;
  • possibile ricorso al regime «de minimis» per il finanziamento di programmi di investimento produttivo presentati dalla GI nelle «aree PMI», riconoscendo le agevolazioni nella sola forma del finanziamento agevolato;
  • meccanismi di premialità correlati all’occupazione di lavoratori provenienti da uno specifico bacino di riferimento.

Incentivi nazionali per l’occupazione

A livello nazionale, sono inoltre operativi gli incentivi all’occupazione gestiti dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con le seguenti finalità:

  • Assunzioni agevolate di lavoratori disoccupati over 50 e donne prive di impiego da almeno 6 mesi;
  • Assunzioni di lavoratori che fruiscono della NASPI;
  • Reimpiego di over 50;
  • Sostegno alla mobilità territoriale;
  • Incentivi per la ricollocazione di lavoratori socialmente utili;
  • Indennizzi per l’assunzione di lavoratori iscritti nelle liste di mobilità;
  • Esoneri contributivi per assunzioni a tempo indeterminato;
  • Incentivi per il riallineamento contributivo e la sottoscrizione di contratti di solidarietà espansiva.

Per una panoramica completa sule agevolazioni per le assunzioni consultare la nostra  specifica pubblicazione “FONDI EUROPEI NAZIONALI E REGIONALI PER IL LAVORO E LE ASSUNZIONI. Come accedere alle agevolazioni per il lavoro e le assunzioni dopo il Jobs Act e l’avvio della programmazione dei fondi europei 2014-2020″ e di cui potete consultare gratuitamente un estratto a questo link.

Invitiamo le imprese interessate  a contattarci per preparare in tempo la loro proposta progettuale a valere su tali fondi: FIDEAS SRL, Borgo Cappuccini n. 3, 63073 Offida (AP), Tel./Fax 0736/880843, Email: fideas@topnet.it, Website: www.fideas.it. 

Arae di crisi-cartina

 

 

 

 

 

Fideas Srl © 2017. Tutti i diritti riservati. Partita IVA 01151630447 • Privacy Policy