Manifattura 4.0: 11 milioni a bando nella Regione Marche.

BANDO POR MARCHE FESR 2014-2020 – ASSE 1 – OS 1– AZIONE 1.3 “MANIFATTURA E LAVORO 4.0 – SOSTEGNO AI PROCESSI DI INNOVAZIONE AZIENDALE E ALL’UTILIZZO DI NUOVE TECNOLOGIE DIGITALI NELLE MPMI MARCHIGIANE” – BANDO 2017

SOGGETTI BENEFICIARI

MPMI (micro, piccole e medie) imprese manifatturiere marchigiane, in forma singola (esclusi i consorzi) in possesso dei seguenti codici Ateco:

  • C – Attività manifatturiere
  • M – limitatamente al codice 71 (attività degli studi di architettura e d’ingegneria; collaudi ed analisi tecniche) e al codice 72 (ricerca scientifica e sviluppo).

PRE – CONDIZIONE

La domanda di partecipazione è subordinata all’attivazione (successivamente all’8 settembre 2017), nell’impresa proponente, di almeno un tirocinio di inserimento/reinserimento lavorativo della durata di 6 mesi Il tirocinante deve essere in possesso, prioritariamente, di un titolo di studio, o di formazione professionale post diploma o post laurea e/o di esperienza lavorativa almeno biennale comprovanti un livello di conoscenze e competenze inerenti le tecnologie relative al manifatturiero avanzato e/o le tecnologie ICT emergenti risultanti dal loro curriculum vitae.

TIPOLOGIE DI INVESTIMENTI AMMISSIBILI

  1. Automazione industriale, 2. Smart and Digital Factories (IoT), 3. Sistemi produttivi flessibili, 4. Produzione rapida 5. Progettazione e sviluppo di prodotti multifunzione, modulari e configurabili, 6. Progettazione di prodotti di alta qualità attraverso tecnologie digitali innovative, 7. Progettazione integrata (progettazione simultanea prodotto-processo-sistema, 8. Realizzazione del sistema di etichettatura per la tracciabilità del prodotto.

 SPESE AMMISSIBILI ED INTENSITA’ DI AIUTO

A) INVESTIMENTI MATERIALI ED IMMATERIALI di cui all’elenco in calce

REGIME DI AIUTO

 

A TITOLO

DE MINIMIS

IN REGIME

DI ESENZIONE

TIPOLOGIA DELLE SPESE: MPMI Micro e Piccole imprese Medie imprese
Spese per beni strumentali e beni immateriali

(*) Zone art. 107, paragrafo 3,

lettera c, del TFUE

35% beni strumentali

50%  beni immateriali

20% – 30% (*) 10% – 20% (*)
Spese per servizi di sostegno all’innovazione 50% 50%
Spese per il personale attivato mediante tirocinio 60%  
Costo della Fidejussione 100%

fino max € 2.000

 
Perizia tecnica giurata o attestato di conformità 100%

fino max € 2.000

 

LIMITI INVESTIMENTI E CONTRIBUTI

Il programma di investimento minimo ammissibile è di € 25.000, IVA esclusa.

Il contributo massimo è di € 145.000.

Gli investimenti dovranno essere realizzati al massimo entro 15 mesi dalla data del decreto di concessione.

B) AIUTO ALLE ASSUNZIONI

Nel caso di trasformazione del tirocinio in contratto di lavoro subordinato o di assunzione di lavoratori che risultino aggiuntivi sarà riconosciuto un ulteriore contributo a fondo perduto (elevabile del 30% per lavoratori disabili aggiuntivi alla quota obbligatoria e del 10% per lavoratori/lavoratrici di età superiore ai 45 anni o donne) di:

  • € 7.000 per assunzioni a tempo indeterminato
  • € 3.000 per assunzioni a tempo determinato di almeno 24 mesi.

C) VOUCHER FORMATIVI

La Regione concede altresì (a titolo di de minimis):

  1. un contributo alle spese di iscrizione dei lavoratori dipendenti delle imprese beneficiarie a corsi di formazione a catalogo (FORMICA), al fine di consentire loro la partecipazione ad azioni formative di 36-100 ore, nonché
  2. la partecipazione gratuita a SEMINARI E WORKSHOP di 8-30 ore, finalizzati a focalizzare, ad esempio, come la trasformazione digitale possa costituire opportunità di business o a valutare il grado di adeguatezza digitale delle imprese.

 

COMPATIBILITA’ PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0: 

Le agevolazioni sono compatibile, per gli stessi beni, con gli incentivi di carattere fiscale previsti nell’ambito del “Piano Nazionale Industria 4.0”.

PROCEDURA DI VALUTAZIONE DELLE DOMANDE:

La Commissione di Valutazione procederà alla valutazione, con le modalità del Just in Time, per gruppi massimo di 20 domande ciascuno, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande di partecipazione. Saranno ammessi a finanziamento tutti i progetti, in ordine prettamente cronologico, che raggiungeranno un punteggio totale pari o superiore a 60/100, fino ad esaurimento dei fondi previsti.

 

FONDI DISPONIBILI

TIPOLOGIA DELLE SPESE (paragrafo 3.2 – spese ammissibili) FINANZIAMENTO (€) FONTE DEL FINANZIAMENTO
1 – 6 (Investimenti, servizi, tirocinanti, perizia tecnica giurata, fidejussione) 8.976.193,43 POR MARCHE FESR
7 (aiuti all’assunzione) Previsione 1.000.000,00 POR MARCHE FSE
8 (voucher formativi) Previsione 700.000,00  

POR MARCHE FSE

 

8 (seminari, work-shop) Previsione 300.000,00
  • Per informazioni e consulenza
  • FIDEAS SRL
  • Borgo Cappuccini 3 – 63073 OFFIDA (AP)
  • Tel. (0736) 880843 – Fax 0736/888235
  • E-mail: fideas@topnet.it  – Skipe: fideasinfo
  • Facebook: FideasSrlOffida – www.fideas.it

 

(*) ZONE AMMISSIBILI AGLI AIUTI A NORMA DELL’ARTICOLO 107, PARAGRAFO 3, LETTERA C)

Gli investimenti realizzati in queste aree hanno diritto ad una maggiorazione % del contributo sugli investimenti in caso di opzione per il regime di aiuti in esenzione di cui al Reg. 651

Denominazione Comune Provincia
1.        Appignano del Tronto AP
2.        Ascoli Piceno AP
3.        Castel di Lama AP
4.        Castignano AP
5.        Comunanza AP
6.        Folignano AP
7.        Cossignano AP
8.        Force AP
9.        Maltignano AP
10.     Palmiano AP
11.     Roccafluvione AP
12.     Rotella AP
13.     Venarotta AP
14.     Acquasanta Terme AP
15.     Montalto delle Marche AP
16.     Carassai AP
17.     Colli del tronto AP
18.     Fabriano AN
19.     Cerreto d’Esi AN
20.     Cupramontana AN
21.     Genga AN
22.     Sassoferrato AN
23.     Serra San Quirico AN
24.     Castelbellino AN
25.     Jesi AN
26.     Monsano AN
27.     San Paolo di Jesi AN
28.     Monte Roberto AN

 

APPENDICE A.1 AL BANDO:

BENI FUNZIONALI ALLA TRASFORMAZIONE TECNOLOGICA E/O DIGITALE DELLE IMPRESE IN CHIAVE INDUSTRIA 4.0

Beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati e/o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti:

  • macchine utensili per asportazione,
  • macchine utensili operanti con laser e altri processi a flusso di energia (ad esempio plasma, waterjet, fascio di elettroni), elettroerosione, processi elettrochimici
  • macchine per la realizzazione di prodotti mediante la trasformazione dei materiali o delle materie prime,
  • macchine utensili per la deformazione plastica dei metalli e altri materiali,
  • macchine utensili per l’assemblaggio, la giunzione e la saldatura,
  • macchine per il confezionamento e l’imballaggio,
  • macchine utensili di de-produzione e re-manufacturing per recuperare materiali e funzioni da scarti industriali e prodotti di ritorno a fine vita (ad esempio macchine per il disassemblaggio, la separazione, la frantumazione, il recupero chimico),
  • robot, robot collaborativi e sistemi multi-robot,
  • macchine utensili e sistemi per il conferimento o la modifica delle caratteristiche superficiali dei prodotti e/o la funzionalizzazione delle superfici,
  • macchine per la manifattura additiva utilizzate in ambito industriale,
  • macchine, strumenti e dispositivi per il carico/scarico, movimentazione, pesatura e/o il sorting automatico dei pezzi, dispositivi di sollevamento e manipolazione automatizzati, AGV e sistemi di convogliamento e movimentazione flessibili, e/o dotati di riconoscimento pezzi (ad esempio RFID, visori e sistemi di visione),
  • magazzini automatizzati interconnessi ai sistemi gestionali di fabbrica.

Tutte le macchine sopra citate devono essere dotate delle seguenti caratteristiche:

  • controllo per mezzo di CNC (Computer Numerical Control) e/o PLC (Programmable Logic Controller)
  • interconnessione ai sistemi informatici di fabbrica con caricamento da remoto di istruzioni e/o part program
  • integrazione automatizzata con il sistema logistico della fabbrica o con la rete di fornitura e/o con altre macchine del ciclo produttivo
  • interfaccia uomo macchina semplici e intuitive
  • rispondenza ai più recenti standard in termini di sicurezza, salute e igiene del lavoro

Inoltre tutte le macchine sopra citate devono essere dotate di almeno due tra le seguenti caratteristiche per renderle assimilabili e/o integrabili a sistemi cyberfisici:

  • sistemi di tele manutenzione e/o telediagnosi e/o controllo in remoto,
  • monitoraggio in continuo delle condizioni di lavoro e dei parametri di processo mediante opportuni set di sensori e adattività alle derive di processo,
  • caratteristiche di integrazione tra macchina fisica e/o impianto con la modellizzazione e/o la simulazione del proprio comportamento nello svolgimento del processo (sistema cyberfisico),
  • dispositivi, strumentazione e componentistica intelligente per l’integrazione, la sensorizzazione e/o l’interconnessione e il controllo automatico dei processi utilizzati anche nell’ammodernamento o nel revamping dei sistemi di produzione esistenti,
  • filtri e sistemi di trattamento e recupero di acqua, aria, olio, sostanze chimiche e organiche, polveri con sistemi di segnalazione dell’efficienza filtrante e della presenza di anomalie o sostanze aliene al processo o pericolose, integrate con il sistema di fabbrica e in grado di avvisare gli operatori e/o fermare le attività’ di macchine e impianti.

 Sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità:

  • sistemi di misura a coordinate e non (a contatto, non a contatto, multi-sensore o basati su tomografia computerizzata tridimensionale) e relativa strumentazione per la verifica dei requisiti micro e macro geometrici di prodotto per qualunque livello di scala dimensionale (dalla larga scala alla scala micro- o nano-metrica) al fine di assicurare e tracciare la qualità del prodotto e che consentono di qualificare i processi di produzione in maniera documentabile e connessa al sistema informativo di fabbrica,
  • altri sistemi di monitoraggio in-process per assicurare e tracciare la qualità del prodotto e/o del processo produttivo e che consentono di qualificare i processi di produzione in maniera documentabile e connessa al sistema informativo di fabbrica,
  • sistemi per l’ispezione e la caratterizzazione dei materiali (ad esempio macchine di prova materiali, macchine per il collaudo dei prodotti realizzati, sistemi per prove/collaudi non distruttivi, tomografia) in grado di verificare le caratteristiche dei materiali in ingresso o in uscita al processo e che vanno a costituire il prodotto risultante a livello macro (es. caratteristiche meccaniche) o micro (ad esempio porosità, inclusioni) e di generare opportuni report di collaudo da inserire nel sistema informativo aziendale,
  • dispositivi intelligenti per il test delle polveri metalliche e sistemi di monitoraggio in continuo che consentono di qualificare i processi di produzione mediante tecnologie additive,
  • sistemi intelligenti e connessi di marcatura e tracciabilità dei lotti produttivi e/o dei singoli prodotti ( ad esempio RFID – Radio Frequency. Identification),
  • sistemi di monitoraggio e controllo delle condizioni di lavoro delle macchine(ad esempio forze, coppia e potenza di lavorazione; usura tridimensionale degli utensili a bordo macchina; stato di componenti o sotto-insiemi delle macchine) e dei sistemi di produzione interfacciati con i sistemi informativi di fabbrica e/o con soluzioni cloud,
  • strumenti e dispositivi per l’etichettatura, l’identificazione o la marcatura automatica dei prodotti, con collegamento con il codice e la matricola del prodotto stesso in modo da consentire ai manutentori di monitorare la costanza delle prestazioni dei prodotti nel tempo e di agire sul processo di progettazione dei futuri prodotti in maniera sinergica, consentendo il richiamo di prodotti difettosi o dannosi,
  • componenti, sistemi e soluzioni intelligenti per la gestione, l’utilizzo efficiente e il monitoraggio dei consumi energetici,
  • filtri e sistemi di trattamento e recupero di acqua, aria, olio, sostanze chimiche, polveri con sistemi di segnalazione dell’efficienza filtrante e della presenza di anomalie o sostanze aliene al processo o pericolose, integrate con il sistema di fabbrica e in grado di avvisare gli operatori e/o fermare le attività’ di macchine e impianti.

Dispositivi per l’interazione uomo macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro in logica 4.0:

  • banchi e postazioni di lavoro dotati di soluzioni ergonomiche in grado di adattarli in maniera automatizzata alle caratteristiche fisiche degli operatori (ad esempio caratteristiche biometriche, età, presenza di disabilità),
  • sistemi per il sollevamento/traslazione di parti pesanti o oggetti esposti ad alte temperature in grado di agevolare in maniera intelligente/robotizzata/interattiva il compito dell’operatore,
  • dispositivi wearable, apparecchiature di comunicazione tra operatore/operatori e sistema produttivo, dispositivi di realtà aumentata e virtual reality,
  • interfacce uomo-macchina (HMI) intelligenti che supportano l’operatore in termini di sicurezza ed efficienza delle operazioni di lavorazione, manutenzione, logistica.

APPENDICE A.2 AL BANDO:

BENI IMMATERIALI (SOFTWARE, SISTEMI E /SYSTEM INTEGRATION, PIATTAFORME E APPLICAZIONI)

  • Software, sistemi, piattaforme e applicazioni per la progettazione, definizione/qualificazione delle prestazioni e produzione di manufatti in materiali non convenzionali o ad alte prestazioni, in grado di permettere la progettazione, la modellazione 3D, la simulazione, la sperimentazione, la prototipazione e la verifica simultanea del processo produttivo, del prodotto e delle sue caratteristiche (funzionali e di impatto ambientale), e/o l’archiviazione digitale e integrata nel sistema informativo aziendale delle informazioni relative al ciclo di vita del prodotto (sistemi EDM, PDM, PLM, Big Data Analytics),
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni per la progettazione e ri-progettazione dei sistemi produttivi che tengano conto dei flussi dei materiali e delle informazioni,
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni di supporto alle decisioni in grado di interpretare dati analizzati dal campo e visualizzare agli operatori in linea specifiche azioni per migliorare la qualità del prodotto e l’efficienza del sistema di produzione,
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni per la gestione e il coordinamento della produzione con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio, come la logistica di fabbrica e la manutenzione (quali ad esempio sistemi di comunicazione intra-fabbrica, bus di campo/fieldbus, sistemi SCADA, sistemi MES, sistemi CMMS, soluzioni innovative con caratteristiche riconducibili ai paradigmi dell’IoT e/o del cloud computing),
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni per il monitoraggio e controllo delle condizioni di lavoro delle macchine e dei sistemi di produzione interfacciati con i sistemi informativi di fabbrica e/o con soluzioni cloud,
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni di realtà virtuale per lo studio realistico di componenti e operazioni (es. di assemblaggio), sia in contesti immersivi o solo visuali,
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni di reverse modelling and engineering per la ricostruzione virtuale di contesti reali,
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni in grado di comunicare e condividere dati e informazioni sia tra loro che con l’ambiente e gli attori circostanti (Industrial Internet of Things) grazie ad una rete di sensori intelligenti interconnessi,
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni per il dispatching delle attività e l’instradamento dei prodotti nei sistemi produttivi,
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni per la gestione della qualità a livello di sistema produttivo e dei relativi processi,
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni per l’accesso a un insieme virtualizzato, condiviso e configurabile di risorse a supporto di processi produttivi e di gestione della produzione e/o della supply chain (cloud computing),
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni per Industrial Analytics dedicati al trattamento ed all’elaborazione dei Big Data provenienti dalla sensoristica IoT applicata in ambito industriale (Data Analytics & Visualization, Simulation e Forecasting),
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni di Artificial Intelligence & Machine Learning che consentono alle macchine di mostrare un’abilità e/o attività intelligente in campi specifici a garanzia della qualità del processo produttivo e del funzionamento affidabile del macchinario e/o dell’impianto,
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni per la produzione automatizzata e intelligente, caratterizzata da elevata capacità cognitiva, interazione e adattamento al contesto, autoapprendimento e riconfigurabilità (cybersystem),
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni per l’utilizzo lungo le linee produttive di robot, robot collaborativi e macchine intelligenti per la sicurezza e la salute dei lavoratori, la qualità dei prodotti finali e la manutenzione predittiva,
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni per la gestione della realtà aumentata tramite Wearable device,
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni per dispositivi e nuove interfacce uomo/macchina che consentano l’acquisizione, la veicolazione e l’elaborazione di informazioni in formato vocale, visuale e tattile,
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni per l’intelligenza degli impianti cha garantiscano meccanismi di efficienza energetica e di decentralizzazione in cui la produzione e/o lo stoccaggio di energia possono essere anche demandate (almeno parzialmente) alla fabbrica,
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni per la protezione di reti, dati, programmi, macchine e impianti da attacchi, danni e accessi non autorizzati (cybersecurity),
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni di Virtual Industrialization che, simulando virtualmente il nuovo ambiente e caricando le informazioni sui sistemi cyberfisici al termine di tutte le verifiche, consentono di evitare ore di test e fermi macchina lungo le linee produttive reali.

 

  • Per informazioni e consulenza
  • FIDEAS SRL
  • Borgo Cappuccini 3 – 63073 OFFIDA (AP)
  • Tel. (0736) 880843 – Fax 0736/888235
  • E-mail: fideas@topnet.it  – Skipe: fideasinfo
  • Facebook: FideasSrlOffida – www.fideas.it

Fideas Srl © 2017. Tutti i diritti riservati. Partita IVA 01151630447 • Privacy Policy