Gal Piceno, bando per nuove attività di servizi alla popolazione e alle imprese

GAL PICENO, BANDO AZIONE 6.4.2 SERVIZI ALLA POPOLAZIONE E ALLE IMPRESE.

Finalità
La misura è finalizzata a favorire il rilancio economico del territorio del Gal Piceno sostenendo e incrementando le attività economiche.

Soggetti ammissibili
Micro imprese (meno di 10 addetti)
• microimprese già esistenti, iscritte al Registro Imprese CCIAA già attive per l’attività scelta o che svolgere altre attività,
• microimprese di nuova costituzione, iscritte al Registro Imprese CCIAA, ma senza immediato inizio di attività economica.

Attività ammissibili
Sviluppo delle attività in grado di fornire i seguenti servizi:
a. servizi nel settore dell’accoglienza e del turismo (escluse le attività agrituristiche);
b. servizi di guida ed informazione finalizzati alla fruibilità di musei, beni culturali, artigianali e agroalimentari e spazi espositivi;
c. servizi di guida ed accompagnamento nella visita turistica di beni paesaggistici, riserve, parchi ed altri elementi naturali;
d. servizi di digitalizzazione e informatizzazione dedicati ai beni storici, culturali, naturali e paesaggistici;
e. servizi per allestimenti di esposizioni e performance nelle arti teatrali, visive, musicali, ecc.;
f. servizi sociali e assistenziali come le attività di riabilitazione e integrazione sociale rivolte prevalentemente ad anziani e soggetti con disabilità, ma anche ad altri soggetti con situazione di svantaggio;
g. servizi educativi e didattici per attività ludiche e di aggregazione destinati a diverse fasce di età e di formazione;
h. servizi innovativi inerenti le attività informatiche e le tecnologie di informazione e comunicazione a supporto della popolazione e delle imprese sul territorio.

Spese ammissibili
Sono ammissibili le spese sostenute dal giorno successivo la presentazione della domanda sino a 24 mesi dalla data di comunicazione di finanziabilità e relative alle seguenti categorie di spese:
1. opere edili (recuperi, riqualificazioni, ristrutturazioni);
2. arredi;
3. attrezzature;
4. impianti;
5. sistemazioni esterne;
6. spese per utilizzo di tecnologie di informazione e comunicazione: creazione siti internet, software;
7. spese generali funzionalmente collegate ai costi degli investimenti fissi (per relazione tecnico economica; progettazione degli interventi proposti, direzione dei lavori e la gestione del cantiere), max 10% del totale.

Entità del contributo
Il contributo a fondo perduto a titolo di de minimis è pari a:

% di contributo

 

Categorie di spese

Comuni cratere sismico Altri Comuni del Gal
Opere edili, impianti, sistemazioni esterne e spese generali 60% 50%
Dotazioni (arredi, attrezzature, strumenti, ecc.). 50% 40%

 

Ambito territoriale (Territorio area GAL PICENO)
Comuni di Acquasanta Terme, Acquaviva Picena, Appignano del Tronto, Arquata del Tronto, Carassai, Castignano, Castorano, Comunanza, Cossignano, Cupra Marittima, Force, Massignano, Montalto delle Marche, Montedinove, Montefiore dell’Aso, Montegallo, Montemonaco, Offida, Palmiano, Ripatransone, Roccafluvione, Rotella e Venarotta.
In blu e grassetto i Comuni del GAL Piceno rientranti tra i Comuni del “cratere sismico” in base al Decreto Legge 17 ottobre 2016 n. 189, coordinato con la legge di conversione 15 dicembre 2016, n.229.

Risorse disponibili
€ 1.140.000.

Scadenza
La domanda di sostegno può essere presentata a partire dal giorno 22/11/2017 e fino al giorno
15 GENNAIO 2018 ore 13,00, che costituisce termine perentorio.

Per informazioni e consulenza

Fideas Srl © 2017. Tutti i diritti riservati. Partita IVA 01151630447 • Privacy Policy